WeWork chiede informazioni personali o finanziarie ai membri tramite telefono o email?

Per proteggere i nostri membri dal rischio di phishing e dalla potenziale divulgazione dei loro dati personali, WeWork vieta al proprio personale di chiedere informazioni personali o finanziarie ai membri tramite telefono o email. Il phishing è un tipo di attacco di social engineering per cui il truffatore, per ottenere informazioni riservate, si propone come entità affidabile tramite email o chiamata telefonica.

Per aiutare a prevenire il rischio che i nostri membri possano essere esposti a questi tipi di truffa, abbiamo compilato una lista di modi per identificare chiamate e email truffaldine:

  • Le email di phishing contengono generalmente errori di grammatica, ortografia e punteggiatura. Le comunicazioni esterne WeWork sono sottoposte a un severo processo di controllo qualità prima di essere inviate ai membri. È dunque molto raro che le email autorizzate WeWork contengano errori di grammatica, ortografia o punteggiatura.
  • Le email e le chiamate di phishing contengono generalmente una richiesta urgente di dati personali o finanziari. WeWork non chiederà MAI ai propri membri di fornire il proprio numero di sicurezza sociale, le proprie password o il numero della propria carta di credito via email o telefono.
  • Nelle email di phishing viene generalmente richiesto di cliccare su un link. Per precauzione, consigliamo ai membri WeWork di passare con il mouse sui link per visualizzarne l'effettivo indirizzo web prima di cliccare.

Se ritieni di aver ricevuto un'email o una chiamata fraudolenta, apri un ticket di supporto.